tradurre in:

Lei è venuto dal loro ambiente naturale ha dato -
figlia Notte altre volte.
La sua famiglia non ha soddisfatto,
Non brillava sopra l'orizzonte.

Ma Sfinge con la faccia male intemperie
Nel corso ispolinskoyu Nevo
Ha incontrato con un gridolino
Di notte la tempesta di neve.

Бывало, Blizzard suo osypetsya
stelle spalle, petto e mulino, -
Tutti i sogni del suo paese natale, l'Egitto
Attraverso la nebbia nord dim.

E la città del mio grigio ferro,
dove il vento, pioggia, e si gonfiano, e oscurità,
Con un po 'strana fede
lei, come un regno, ha preso.

Ha iniziato a piacermi masse,
Addormentato di notte fuori dai sentieri battuti,
E nelle finestre di lampade tranquilli
Fusione con il sogno della sua anima.

Ha imparato onde e fumi,
semaforo, e oscurità, e la casa -
L'intera città è il mio incomprensibile -
Nepostizhimaya da solo.

Mi dà una bufera di neve anello
per questo, che il mio mantello pieno di stelle,
per questo, Sono in una cotta di maglia d'acciaio,
E chain mail - croce rigorosa.

Lei guarda dritto negli occhi,
Lodando nerobkogo nemico.
Con i suoi campi notti fredde
Nella mia pausa lo spirito nella neve.

Ma il cuore della fanciulla di neve di Nemo
E mai accettare una spada,
Per elmetto cintura
A mano con passione sezionare.

e io, come il capo degli eserciti ostili,
Sempre rivestito in armatura,
Sogno solenne abbraccio
Nel mastio tremante santa.

17 ottobre 1907

La maggior parte dei versi Leggi Block


Tutte le poesie di Alexander Blok

lascia un commento