tradurre in:

Il fiume trasportato in poppa lastrone,
Era primavera, e il vento ululava.
Dal camino otpylavshego
vela sera Obscure buio.
E si è seduto di fronte a un camino,
Sulla parte superiore e otstradal
e guardate, una volta aquilino,
ceneri raffreddate guardato.
Nel crepuscolo sera galleggiava
Davanti a lui le visioni dei giorni scorsi,
Svegliarsi il vecchio dolore
ombre gioco disincarnato.
uno, один, mondo dimenticato,
Bezvlastnыy, ma ancora vivo,
Dal tramonto idoli onetime
annuendo testa stanca…
stringa di Amici sperimentato,
I nemici dei caratteristiche brutali,
Amato e persona preferita
Nuotate fuori dal buio grigio…
Tutti fusione, dimenticato ovunque,
non è necessario soffrire e aspettare,
Resta solo un mucchio di cenere
orologio occhi spenti…
Dove spazzato i suoi sogni?
Prev inclinata di una mente povero?
Ha ricordato il suo lancio,
sveglia mattutina in precedenza Doom…
Ed è stato dolce per essere stanco,
È incoraggiante perché, mai,
Che il cuore non è più disposto
Assenza di urti, o di lavoro,
la nostra Leste, né amore, nessuna gloria,
né l'illuminazione, la nostra ultra…
ricordi maestosamente,
Come le nuvole, tramonto abbracciato,
mucchio colmo di torri,
costruito un muro, città,
Dove il cielo era giallo e terribile,
E temporali nei giovani anni…
Dal camino otpylavshego
crepuscolo non chiara navigato e navigò,
Il fiume trasportato in poppa lastrone,
Era primavera, e il vento ululava.

La maggior parte dei versi Leggi Block


Tutte le poesie di Alexander Blok

lascia un commento