Sergei - Cvetaeva


Non si poteva conciliare la sua brama,
Battere le nostre risate, che fa male, zhalya.
Dogorev, come candele al pianoforte,
I luminosi si svegliò in paradiso.

Allora Gesù disse, padre amorevole:
"In fondo dei tuoi manca madre,
E 'triste per svuotare il tempio dell'anima,
triste mondo. Per immaginare la sua mi chiamano ".

С той поры, quando foresta giallo,
in su, attraverso doratura a foglia,
tutti i look, come se alla ricerca di qualcosa
In l'oscuramento cieli blu.

E quando i fiori autunnali
È steso a terra, come sguardo del bambino senza ridere,
Con le interruzioni delle labbra luminose, come un'eco,
lamento: "Il mio ragazzo, sei tu!»

oh, chiamata, Chiamatela più forte!
sulla terra, dove tutto - un allarme
E su questo, Che meraviglia di essere con Dio,
tutti dicono, - perché i bambini sanno tutto!

ti capisco, che IL vita risata, Il delirio,
te ne sei andato, dubbio senza disturbare ...
Sei andato ... Tu eri saggio, Sergei!
In un mondo di tristezza. Dio non è tristezza!

Vota:
( Nessuna valutazione ancora )
Condividere con gli amici:
Alexander Blok
lascia un commento