Il mio povero, il mio amico lontano!


Il mio povero, il mio amico lontano!
capire, a quell'ora di angoscia insonne,
Misteriosamente e costantemente
Mi Mangiato malattia…
Perché nel mio senso di costrizione toracica
Tanto dolore e l'angoscia?
E fari così inutili,
E tanto tempo fa, la gente a digiuno,
Purtroppo in attesa di Cristo…
Solo il diavolo che trovano…
Il loro unico vantaggio alla disperazione
Izvečno bocca lguŝie…
tutto, che deliberatamente risparmiato,
Qualcuno con nessuna voglia di male male…
Ile - noi poryvany abbastanza,
E solo la malattia - uno scudo affidabile?

29 dicembre 1912

Vota:
( Nessuna valutazione ancora )
condividi con i tuoi amici:
Alexander Blok
Aggiungi un commento