Vivo da solo nel profondo…


Vivo da solo nel profondo.
Roy pomeriggio gravi radici.
Ma in una notte nebbiosa - due di noi.
Io insieme ad un altro durante la notte.

Obychayny - all'ingresso del passaggio,
Dove è la mia immagine sfarfallio.
Destro chiuso ombre piante.
Leggermente svanire nell'ombra dell'occhio.

Dall'angolo di armatura argentato,
Emissione del cigolio lamentoso.
Nelle stanze lontane - parlo alato
quelli, con il quale ho vissuto, e che è morto.

Alone - alla fine di una stringa -
I - l'ultima terra muscolare.
Non aprire la bocca scuro in volto,
in attesa, tutto è andato,

Frantumazione suoni funebri
ore uniformemente terribili,
Egli alzerà seria mano,
che pendono, come il ciclo secoli.

Cigolio se pesante armatura?
O della tomba, la mia paura, vuoto?
Oppure vdunet suono roco
Nel Corno d'bocca puzzolente?

o io, un mese cornuto,
Basta argento sogno patetico,
Che aveva una lunga strada per
Tutto impotente a soddisfare l'alba?

15 giugno 1904

Vota:
( Nessuna valutazione ancora )
condividi con i tuoi amici:
Alexander Blok
Aggiungi un commento