E la vita, e la morte, lo so, me sono…


E la vita, e la morte, lo so, me sono.
arriva la tempesta, brillare via fulmine estivo,
annerisce notte, - E le vecchie canzoni,
ancora, - racconti muti.
So - Foresta notte lontano da me intorno alla
Pensieroso allungato le sue volte silenziose,
Da nessuna parte l'anima vivente, o un riparo, nessun fuoco, -
Una natura silenziosa…
e che cosa? La mia anima poi basta cantare l'inno;
Non mi interessa, - Fare spingere il ladro
Cespugli vicino la volta nera Moody,
Ile al cimitero salirà defunto
Passeggiate attraverso i villaggi, nosya con una paura…
Tutto il mio si scioglie in ulteriori canzoni anima,
E poi ho letto le stelle nella notte
Il mio destino e la triste storia di giorni…

14 luglio 1899

Vota:
( Nessuna valutazione ancora )
condividi con i tuoi amici:
Alexander Blok
Aggiungi un commento